lunedì 21 giugno 2010

Tortine magiche - partecipiamo anche noi alla Cometa Pasticciona

E' una torta salata velocissima di mia nonna - da preparare quando si è colti impreparati da ospiti improvvisi e nell'attesa che sia pronto il piatto forte. L'abbiamo fatta con i Piccoli Pasticcieri usando le formine dei muffin così da poterla dividere in tante tortine tra tutti i partecipanti. Sono magiche perchè si usa il bicarbonato di sodio che aggiunto allo yogurt lo fa salire magicamente e trabordare dal vasetto.

Ecco le proporzioni in tazze della nonna che poi ho misurato:

3 uova
1 cucchiaino di sale
250 gr. (1 tazza da tè) di feta sbriciolata
1/2 tazza da tè di olio di girasole
500 ml. (1 vasetto grande) di yogurt bianco naturale
1 cucchiaino di bicarbonato di sodio
300 gr. (2 1/2 tazze da tè) di farina


In una ciotolola capace sbattete leggermente le uova con il sale, aggiungete la feta sbriciolata e l'olio versato a filo. "Spegnete" il bicarbonato nello yogurt - aggiungete il bicarbonato e mescolate qualche secondo fino a quando si formi la schiuma - l'lemento magico che ha sorpreso i bambini.

Mescolate bene, aggiungete la farina a pioggia. Dividete l'impasto nelle formine unte e infarinate riempiendo fino a 2/3 o in un'unica teglia di diamentro 26 cm.

Infornate in forno preriscaldato a 220°C per 30-40 minuti per la forma grande o 20 minuti per le formine. Ottime a merenda o come salatini per l'aperitivo.

O se preferite servire come in Bulgaria - tiepida con sale variegato e ayrian!

Partecipiamo, inoltre, con le ricette delle:
Colombine di pasta brioches


e

Partecipate anche voi alla raccolta della Cometa Pasticciona

domenica 13 giugno 2010

Orata ai capperi

Con il caldo - largo al pesce e le ricette leggere. Ottima soluzione questa preparazione veloce con i filetti di orata.

3-4 filetti di orata
1 piccola cipolla rossa
1-2 spicchi d'aglio
una manciata di capperi sotto sale
timo fresco
1/2 bicchiere di vino bianco
olio extravergine
sale, pepe
prezzemolo

A fuoco medio in poco olio fate appassire la cipolla con l'aglio schiacciato e i capperi lavati e asciugati. Aggiungete i filetti puliti, i rametti di timo e fate sfumare con il vino versandolo sulle pareti del tegame per non alterare troppo la temperatura. Regolate sale (poco per via dei capperi) e pepe. 
Quando il vino evapora coprite e fate cuocere 5-7 minuti, avendo cura di smuovere di tanto in tanto i filetti perchè non attacchino al fondo. Girateli a metà cottura, fateli andare ancora 5-7 minuti - giusto il tempo di far cuocere l'orata, ma non troppo se no si indurisce. Se rimane troppo liquido - fate andare gli ultimi 2-3 minuti con il tegame semiscoperto.
Spegnete il fuoco e cospargete con il prezzemolo tritato.

Buon appetito! Ottima con le patate novelle o semplicemente con la "scarpetta" di pane!

giovedì 3 giugno 2010

Bavarese alla fragola

Sempre dal Corso di pasticceria - valida altrenativa al gelato e con la possibilità di servirla o nei bicchierini o congelarla nelle formine di silicone e usarla per ospiti inattesi.



500 ml di panna fresca fredda
500 gr. di purea di fragole (fragole fresche o congelate passate nel frullatore)
250 gr. di zucchero
20 gr. di colla di pesce
il succo di 1/2 limone

Accorgimenti: la panna e i recipienti devono essere freddi.

Fate ammorbidire la colla di pesce in abbondante acqua freddissima (se no - si scioglie).
Montate bene la panna (deve risultare ben montata, ma marbida), tenete in frigo coperta di pellicola.
Pesate le fragole già lavate e mondate. Frullate e dividete la purea in due. A metà purea aggiungete lo zucchero e fatelo scogliere a fuoco medio senza far bollire per non alterare troppo il colore.

Spegnete, lontano dal fuoco aggiungete la colla ben strizzata e amalgamate fino a quando risulta completamente fusa.

Versate la salsa calda nella metà fredda, amalgamate bene, lasciate raffreddare.
Quando il composto delle fragole è a temperatura ambiente aggiungete la panna e amalgamate delicatamente.

Verasate nei bicchierini e tenete in frigo almeno 3-4 ore, se usate gli stampini da sformare - mettete nel congelatore.

Per questo composto ho usato gli stampini in silicone per i muffin e le formine per i cioccolatini - si ha la comodità di averli pronti in freezer e usarli quando servono.

L'unica accortezza - toglierli dal congelatore 1/2 ora prima di servirli, sformare subito e lasciarli ammorbidire.
Ancora più fresca con una fettina di kiwi!

Si è verificato un errore nel gadget