venerdì 16 luglio 2010

Delizie al doppio cioccolato

La Pasticceria dei Piccoli non chiude per ferie!

Ormai gode di una certa fama e non può deludere i suoi fedeli. Ogni tanto al nucleo storico si aggiungono nuovi pasticcieri, questa volta tutti si sono riuniti in montagna dove hanno fatto le Delizie al cioccolato, denominate poi "Multicolor". Ecco come farle:







200 gr. farina
60 gr. cacao amaro
2  cucchiaini da tè di lievito Bertolini
un pizzico di sale

80 gr. burro morbido
130 gr. zucchero di canna
40 gr. zucchero (bianco)
2 uova
la scorza di un'arancia
1 cucchiao di liquore all'arancia  (o aroma)
210 gr. cioccolato nero (50%) a gocce o grattugiato grossolanamente

per la decorazione
circa 1 tazza di zucchero a velo o a granella o palline colorate

Mischiate insieme farina, cacao, lievito e sale fino a renderli omogenei e teneteli da parte.
Pelate con il pelapatate l'arancia (così da evitare la pellicina bianca) e sminuzzatela finemente con la mezzaluna. Tenete da parte.
A parte lavorate con il mixer il burro con i due tipi di zucchero, aggiungete uno alla volta le uova, la scorza dell'arancia, il liquore e alla fine il cioccolato grattugiato.
Lavorate brevemente, avvolgete nella pellicola e lasciate riposare in frigorifero almeno 1 ora.

Quando l'impasto si è raffreddato bene, togliete dal frigo e prednendo con un cucchiaino per avere la stessa grandezza, formate delle palline di 2 cm di diametro circa. Passate le palline nello zucchero a velo in modo di averle completamente coperte di uno strato spesso.
Disponetele sulla teglia a grande distanza perchè raddoppiano di volume durante la cottura. Infornate a 180°C per 8-10 minuti. Togliete e lasciate raffreddare sulla grata per i biscotti.
Attenzione: non vanno cotti a lungo, anche se sembrano indietro, vanno tolti mentre sono ancora morbidissime al tatto, se no dopo si induriscono - 8-10 minuti, non di più.

Ottimi e di grande effetto - hanno procurato divertimento sia durante la lavorazione che nel confezioanarle e farle assaggiare agli adulti. Per questa ricetta - poco aiuto da parte mia, anche l'impasto è stato fatto dai piccoli!
***

Parteciapiamo di nuovo alla Cometa Pasticciona.

giovedì 1 luglio 2010

San Pietro alla Cà d'Oro dell'Antica Osteria Giorgione (Venezia)

A giugno, per la Festa di San Pietro e Paolo non poteva mancare una ricetta speciale fatta con il pesce San Pietro. L'ho provata all'Antico Giorgione di Venezia dove avevo già provato il Risotto al Nero di seppia


filetti di San Pietro
uovo
farina
sale, pepe
olio
carciofi di Laguna
topping all'aceto balsamico
topping alle erbe

non devono mancare inoltre:
aria di Venezia
coltello affilato
cuoco esperto

oppure
andare direttamente all'Antico Giorgione di Campo San Silvestro a Venezia.
Basta vedere come i clienti si congratulano con il Cuoco!


Il San Pietro era delicatissimo. Sfilettato, passato nell'uovo e poi impanato, servito con i carciofi teneri della Laguna veneziana, il tutto condito con 2 topping all'aceto balsamico e alle erbe aromatiche.

Già che c'ero non mi sono fatta mancare gli Spaghetti  agli Scamponi e zucchine come primo


e il buonissimo Tiramisù Scomposto - una composizione con tutti gli ingredienti del Tiramisù - savoiardi fatti in casa, crema allo zabaione e in mezzo un "gelo" al caffè.


Ottimo!
Si è verificato un errore nel gadget