mercoledì 24 marzo 2010

Spaghetti alla bottarga

Per chi non è cresciuto con la pasta, la cosa più difficile è imparare a cuocerla al dente, ma una volta riusciti... via agli spaghetti aglio, olio e peperoncino, bottarga, nero di seppia e così via...






per 4 persone

-350 gr. spaghetti
-bottarga di muggine
-peperoncino o olio piccante calabrese
-2 spicchi d'aglio
-olio extravergine d'oliva

Tagliate metà della bottarga a fettine sottilissime, grattugiate l'altra metà.
In una padella scaldate l'olio con il peperoncino a pezzettini (o ancora meglio con qualche goccia di olio piccante).
Aggiungete la bottarga tenendo da parte una parte di quella grattugiata, fate saltare 1 minuto e spegnete subito il fuoco - la bottarga non deve cuocere.
Scolate la pasta cotta  in abbondante acqua salata, saltatela nella padella con la bottarga.
Trasferite nel piatto e cospargete con il resto della bottarga grattugiata e l'aglio tagliato a fettine sottilissime.


6 commenti:

  1. dopodomani mangia "per me" un piatto di spaghetti al nero :) ora ho visto che la mostra di Felice Carena e nel palazzo Franchetti, bello sia dentro che fuori, d'estate ho visitato lì la mostra con le opere d'arte di vetro degli artisti del XX e XXI

    RispondiElimina
  2. Ottimo piatto, semplice e veloce! Ciao :-)

    RispondiElimina
  3. ho assaggiato la pasta con la bottarga ma non l'ho mai cucinata.. grazie per questa ricetta! ciao ciao
    Vale

    RispondiElimina
  4. nonostante abbia già mangiato devo dire che fa venire una fame questo piatto di spaghetti.... :-P
    Bravissima.
    Buon w.e. cara.

    RispondiElimina
  5. Anche per gli italiani non è facile cuocere gli spaghetti al punto giusto! Bisogna fare sempre molta attenzione. Da poco ho scoperto la bottarga, mi piace tantissimo e anche la tua ricetta!!!

    RispondiElimina
  6. Ciao ragazze!

    Emi,
    fatto! - ho mangiato il risotto al nero di seppia!

    Italians,
    a volte - più semplice è il condimento - per me è più difficile, perchè la pasta non deve avere nessun diffetto

    Betty,
    che bel complimento mi hai fatto!

    Vale,
    sono contenta di esserti utile

    Solema, tu mi sorprendi, mi fa piacere che ti sia piaciuta la ricetta.

    RispondiElimina

Si è verificato un errore nel gadget