martedì 26 gennaio 2010

Salmone marinato a sorpresa



Non avrei mai fatto questa ricetta leggendola, per fortuna ho assaggiato il salmone preparato così dalla mia amica Diana e da allora la faccio spesso, l'ho proposta anche ad un pranzo importante e ha avuto successo. Non so se per la salsa di soia o perchè cuoce coperto, ma dentro rimane morbidissimo. Se vi va di osare - provate!

per 3 persone


3 tranci di salmone fresco
3 cucchiai di zucchero di canna grezzo
3 cucchiai di salsa di soia Light (Brand)
3 cucchiai d'acqua


rametti di timo


Cospargete i tranci con lo zucchero seguito dalla salsa di soia e infine l'acqua. Coprite con la pellicola e lasciate marinare 1 ora in frigorifero. Ogni tanto bagnate con la marinata o girate i tranci a metà marinatura.
Trascorso il tempo fateli sgociolare bene per eliminare la marinata, tamponate con carta da cucina, i tranci ritorneranno del loro colore arancione intenso.
Non salate - la salsa di soia è già salata.



Se i tranci sono orizontali e con la pelle scegliete la cottura nella padella-griglia:
scaldate bene la padella, mettete il timo e i tranci con la pelle a contatto con la piastra; appena prendono calore coprite con il foglio di alluminio e fate cuocere 4-5 minuti. Guardati di profilo devono aver cambiato colore a 2/3 dell'altezza - si nota benissimo la differenza nel colore tra la parte cotta e quella cruda.
Girate i tranci e fateli cuocere sempre coperti ancora 2-3 minuti (meno perchè non c'è la pelle che protegge).
Non rigirateli più per non danneggiare la crosticina dorata.

Come accompagnamento potreste grigliare dei dischi di polenta gialla che basta mettere sulla griglia dopo aver girato i tranci.


Se i tranci sono verticali preferite la cottura al forno:
coprite con il foglio di alluminio, infornate per 15-20 minuti a 200°C (forno ventilato).
Come accompagnamento potreste aggiungere delle patate lesse in precedenza. Tagliatele a quarti e 5 minuti prima della fine della cottura disponetele intorno ai tranci di salmone - è sufficiente per scaldarle e insaporirle bene.



13 commenti:

  1. Une recette de saumon qui me plait beaucoup.
    Je vais la tester bientôt.
    A bientôt.

    RispondiElimina
  2. brava! davvero l'hai provato da Diana?

    RispondiElimina
  3. Emi,
    sì-sì, l'ho imparato da Diana, lei da una canadese credo - loro hanno tanto salmone -
    e viene dentro morbidissimo. A Carlo piace moltissimo.

    RispondiElimina
  4. Voglio provare anch'io a farlo così il salmone, mi intriga!
    Proverò e ti farò sapere ;-)
    Baci e complimenti!

    RispondiElimina
  5. Betty,
    dai, così mi dici come l'hai trovato.
    Io stasera faccio la Tecnocolor come prova, mi piace molto la cupola. L'altra volta alla fine ho fatto il pan di Spagna semplicissimo con pochi "decori" - insomma neanche da menzionare...

    RispondiElimina
  6. Faccio spesso il salmone ai miei bimbi...qui e` uno dei pochi pesci freschi che si trova!
    Copio volentieri questa versione.
    francesca

    RispondiElimina
  7. Francesca,
    e io ho già copiato il tuo Migliaccio!
    Ciao

    RispondiElimina
  8. ta recette de saumon doit être délicieuse à tester prochainement
    bonne soirée

    RispondiElimina
  9. Ciao Rayna, caspita sono amareggiata perchè questo significa che non sono brava a spiegare le mei ricette :(((!
    Mi dispiace che non ti sia riuscita la cupoletta.
    Rispondo alle tue domande:
    1)La cupola non deve riempirsi eccessivamente (dopo la cottura la mia arrivava a stento al bordo);
    2)al centro ci mette più tempo a gonfiarsi, quindi a salire e a cuocere (io l'ho tenuta 55 minuti abbondanti e non si è bruciata) infatti vedento l'avvallamaneto della pasta al centro dissi a mio marito: "sarà un'emerita schifezza st'eperimento!" e invece...;
    3)io ho il forno statico, elettrico, accendo solo la parte inferiore e la teglia la posiziono molto in alto (180°C acceso almeno mezz'ora prima che inizio a impastare), dopo i primi 40 minuti ho iniziato a fare la prova stecchino, all'inizio mi veniva fuori proprio l'impasto crudo dal buchino e così ho continuato a cuocere fino a che infilando lo stecchino non è venuto fuori completamente asciutto;
    4)per impastare uso un comunissimo sbattitore elettrico della moulinex;
    5)la pasta non si gonfia come per il pan di spagna (però comunque sbatto a lungo le uova con lo yogurt e lo zucchero, almeno 15 minuti);
    6)uso i colori liquidi della Decorì e non aggiungo farina (i bicchierini di farina riempili un po' di più magari la prossiam volta).

    Questo è quanto, come vedi di trucchetti non ce ne sono però magari farò così: appena posso realizzerò dinuovo la cupola e metterò un post con foto passo passo.
    Se hai domande chiedi pure ;-)

    Baci e buona giornata.
    A presto.

    RispondiElimina
  10. ok, grazie mille davvero!
    credo sia il forno allora - quelli ventilati sono meno forti - quindi proverò a 200° come per le altre torte da credenza che faccio.
    Pensa- ho dovuto romprere la cupola per far uscire l'impasto e finire la cottura.
    Ha un buon gusto, la riproverò.
    Le spiegazioni sono giuste,
    credo sia il forno.
    Ciao, Betty, grazie!

    RispondiElimina
  11. ottimo questo salmone!! da provare!!! bacioni!! e buon fine settimana!!

    RispondiElimina
  12. prova a fare una torta in una teglia semplice, rotonda, usando la stessa tecnica, almeno per vedere l'effetto ;-)
    baci.

    RispondiElimina
  13. Aux délices des gourmets - thank you very much!
    Katty,
    Betty,
    grazie a entrambe!
    Buon w.e. ragazze!

    RispondiElimina

Si è verificato un errore nel gadget