mercoledì 20 gennaio 2010

Tartare di tonno

per 3-4 porzioni

550 gr. di tonno freschissimo
1/2 cipolla
1 spicchio d'aglio
1 manciata di capperi sotto sale
il succo di 1/2 limone
prezzemolo
olio
sale
pepe

Tritate con la mezzaluna la cipolla, l'aglio, i capperi ben lavati e il prezzemolo, radunateli in una ciotola.
Tagliate con la mezzaluna o con un coltello grosso la polpa del tonno ottenendo una massa simile a quella della carne trita.
Unite nella coitola, condite - mischiando bene - con sale, pepe, il succo filtrato del limone e solo infine l'olio. Vedrete cambiare il colore del tonno perchè "cuoce" dal limone. Per ottenere la forma usate l'anello da cucina o riempite bene una scodella e capovolgete sul piatto da portata.
Servite subito.

Ho imparato questa ricetta dal Sig. Pasquale, il gentilissimo proprietario del ristorante "Al Muleto" a Milano. Lui porta in tavola tutti gli ingredienti e condisce la Tartare davanti ai clienti.

9 commenti:

  1. Mi piace un sacco il tuo blog...benvenuta tra noi...eeehhh dimenticavo posso assaggiare la tua splendida tartareeee? :-(( Che delizia!
    BACIONI

    RispondiElimina
  2. sei in ritardoooo!
    sparita in un battito d'occhio,
    la prossima volta ti tengo un pò da parte!
    grazie delle belle parole,
    ciao!

    RispondiElimina
  3. ehiiii!! io ADORO la tartare di Tonno, peccato che qui non lo trovo freschissimo da poter essere mangiato crudo....per fortuna sennò....

    ciao Morena

    RispondiElimina
  4. Morena,
    è anche caro, hai ragione...
    ma a volte si trova la mattina, quando preparano il filetto e vendono da parte i ritagli: se sono di filetto faccio la Tartare, se sono meno pregiati condisco la pasta.

    Piuttosto! - dì al tuo ragazzo che se non si sbriga - ti ci sposo io! :-)
    Mi sto studiando tutte le tue ricette e ti ammiro!

    RispondiElimina
  5. Ciao cara, ci sono, ci sono!
    Mai fatta una tartare, si potrebbe provare però ;-)

    P.s. in merito alla tua domanda: io non ho nessun fermo per la coccottina, sono stata "fortunata" perchè l'ho messa tra le righe della griglia del forno e non si è mossa per nulla, e poi a me ha una leggera appiattitura al fondo.

    RispondiElimina
  6. Il problema non è tanto il costo...beh certo anche quello, ma la sicurezza che si possa mangiare crudo...SOB!!!

    Riporterò il tuo messaggio!!!sia mai che si convince!!hihihi!!

    ciao ciao

    RispondiElimina
  7. Adoro queste preparazioni,gustosissimo :P

    RispondiElimina
  8. Nanny,
    grazie! L'altra mia preferita è la Tartare di carne!

    RispondiElimina

Si è verificato un errore nel gadget